lunedì 9 luglio 2018

RIFORMA ISTITUTI PROFESSIONALI, IL DG ANFFAS OSTIA NEL COMITATO NAZIONALE DEL MIUR


L’Iss Giulio Verne di Acilia sarà il primo istituto del Lazio a sperimentare la nuova riforma dell’istruzione professionale approvata dal Miur. Nel comitato tecnico scientifico nazionale è stato chiamato a dare il proprio apporto come manager ed esperto di settore il direttore generale di Anffas Ostia, Stefano Galloni.

“Siamo molto lusingati che il MIUR ci abbia scelto per sperimentare la Riforma - dichiara la dirigente scolastica dell’Iss Verne, Patrizia Sciarma -. Riforma che prevede una serie di novità, a partire un primo biennio unitario nel quale saranno inserite 264 ore di apprendimento personalizzato che già dal secondo anno potranno consistere in percorsi mirati di alternanza scuola-lavoro, stage, tirocini, apprendistato; per arrivare ad un secondo triennio caratterizzato da una crescente professionalizzazione del profilo, legata ai bisogni del territorio di riferimento. Ne consegue che la collaborazione dell’istituto con associazioni e aziende sarà sempre più stretta". 

mercoledì 20 giugno 2018

BEACH TENNIS. SUCCESSO PER IL TORNEO INTEGRATO. PRESENTI I SUPER CAMPIONI MONDIALI


Il pluricampione mondiale ed europeo Paolo Tazzari, il campione italiano ed europeo Doriano Beccaccioli, i campionissimi Davide Benussi e Claudio Ferrari sono stati i testimonial della prima uscita pubblica del team di beach tennis di Anffas Ostia (associazione nazionale famigliari di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale).

I campioni hanno partecipato a un torneo integrato (partite 2 contro 2) sui campi della Pinetina di Ostia, mettendosi in gioco con gli 12 ragazzi di Anffas.

martedì 12 giugno 2018

ILDE PLATEROTI ELETTA PER IL TERZO MANDATO PRESIDENTE DI ANFFAS OSTIA


Ilde Plateroti è stata eletta per il terzo mandato consecutivo presidente di Anffas Ostia. Ricoprirà la carica per i prossimi 4 anni.

“Ringrazio i soci che all’unanimità mi hanno scelto per guidare ancora Anffas Ostia in un periodo di forti cambiamenti per tutto il Terzo Settore - spiega il presidente Ilde Plateroti -. Ci aspettano grandi battaglie per noi e per i nostri ragazzi. Voglio condividere questa nomina con il direttore generale Stefano Galloni, il direttore sanitario Francesco Cesarino, tutti i dipendenti e collaboratori di Anffas Ostia. Il mio obiettivo sarà quello di rendere la nostra associazione sempre più forte. Sono ancora piena di entusiasmo, per me è come fosse il primo giorno. Guardiamo al futuro con grande dedizione”. 

Insieme al presidente Ilde Plateroti sono stati nominati i membri del consiglio direttivo, dei probiviri e dei revisori dei conti.

lunedì 11 giugno 2018

I CAMPIONI DEL BEACH TENNIS SFIDANO I NOSTRI RAGAZZI


I campioni del mondo, europei e italiani di beach tennis giovedì sfideranno in un torneo misto la nuova squadra di Anffas Ostia (Associazione Nazionale familiari di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale). Il team Anffas è formato da 11 ragazzi che si sono allenati duramente nelle ultime settimane supervisionati dal maestri professionisti dell’Asd Tricolore sui campi della Pinetina.

“Lo sport – spiega il direttore generale di Anffas Ostia, Stefano Galloni – è una delle basi con cui realizzare una vera autodeterminazione dei ragazzi con disabilità che in questo modo possono scegliere autonomamente le proprie attività e realizzare i propri desideri come ogni altra persona. Questa iniziativa ci è stata proposta dagli stessi ragazzi che da tempo si erano avvicinati, grazie all’equipe Anffas, al beach tennis. Ora attraverso la collaborazione con l’Asd Tricolore siamo riusciti a strutturarla formando una vera squadra che possa partecipare in futuro a tornei misti come quello che terrà a battesimo il nostro ‘team’ il prossimo 14 giugno. Lo sport rimane un meraviglioso antidoto contro l'isolamento e l'assistenzialismo”.

sabato 31 marzo 2018

60 ANNI DI ANFFAS. NASCE LA FONDAZIONE ‘ANFFAS ROMA LITORALE’

Nel giorno dell’anniversario per i 60 anni di Anffas è nata la fondazione Anffas Roma Litorale. È stata la sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, a presenziare alla costituente della Fondazione ‘che erediterà la storia e le conquiste delle famiglie di Anffas Ostia Onlus’. La prima cittadina ha personalmente letto l’atto di nascita della nuova creatura di Anffas Ostia che ‘dovrà scrivere il futuro per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale ovvero cognitive e/o comportamentali, necessariamente in ambiti territoriali ben più ampi di quelli locali, restando fermi i valori assoluti di Anffas”.

“Sono onorata - ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi - perché oltre a ospitare Anffas in Campidoglio per festeggiare i suoi 60 anni, celebro la costituente della Fondazione Anffas Roma Litorale. Ho avuto modo di conoscere Anffas personalmente quando sono stata loro ospite a Ostia, persone che svolgono un’attività assolutamente complicata con una passione, una dedizione e una forza senza pari. Le amministrazioni non possono far altro che supportare questi percorsi”.

giovedì 8 marzo 2018

ANFFAS OSTIA MIGLIORE ENTE NON PROFIT PER L'ASSISTENZA DOMICILIARE

Anffas Ostia è il migliore ente non profit per l’assistenza domiciliare. Il premio su base nazionale è stato assegnato da Farmindustria, l’associazione delle imprese del farmaco aderente a Confindustria, nell’ambito del convegno ‘Soprattutto Donna! – Valore e Tutela del Caregiver Familiare’.

“Ringrazio il presidente di Farmindustria Scaccabarozzi per questo riconoscimento e il ministro Lorenzin per le belle parole - spiega il presidente di Anffas Ostia Ilde Plateroti -. Sono orgogliosa della mia associazione e di tutte le persone che la compongono. Un premio che ci inorgoglisce e che dovrebbe far riflettere qualcuno. Mentre la qualità dei nostri servizi viene riconosciuta a livello nazionale, a Roma dal 2014 siamo vittime di bandi sanzionati dai Tribunali e sui quali sta indagando l’Anac. Atti che comporteranno ingenti danni erariali alle casse di Roma Capitale e ai suoi cittadini. La politica può e deve intervenire”.

venerdì 2 marzo 2018

LA STORIA DELLA NOSTRA DIANA RACCONTATA DA 'A&S'


Ha il nome della dea della caccia, i capelli rossi e lo smalto permanente alle unghie. Mentre parlo con i suoi genitori rimane tranquilla seduta in poltrona, ascolta e in sottofondo dice qualcosa difficile da decodificare se si è distratti e distanti. Quando si stanca di aspettare, però, la sua protesta diventa comprensibile a tutti: “Voglio andare a casa”.

«Diana è così – mi spiega la mamma -. Quando sono rimasta incinta avevo un fibroma di 15 centimetri che alla fine è andato in necrosi e Diana è nata a 7 mesi e mezzo. Ha camminato a 23 mesi, come una bimba nata prematura, ha avuto le convulsioni, motivo per cui l'abbiamo portata in un centro per far psicomotricità. Ma non si riusciva a capire, perché nessuno conosceva l'autismo: il suo veniva diagnosticato come disturbo dell'età evolutiva. Comunque a due anni diceva tutte le paroline, poi, una mattina, ha smesso di guardarmi e di parlare. Ho pensato fosse sorda o cieca. E ho cominciato a girare, andando ovunque”.